Nordmark

Popolazione: 75.000 (75% Saxa, 10% Anari, 9% Nani, 4% Engro, 2% Elfi delle Foreste)
Forma di Governo: Cyning Geirmund Kolsunu
Religione: Tiw, Thunor, Sigel, Hothar

Storia:

Il Nordmark è uno dei più antichi insediamenti Saxa, e può legittimamente considerarsi una delle loro terre d’origine. Durante la dominazione Anari i Saxa del Nordmark non smisero mai di ribellarsi e cercare di ottenere l’indipendenza, fino a riuscirci circa nel 2° secolo IR.
La storia recente del Nordmark è segnata dall’instabilità. Il precedente Cyning, Kol Skulisunu, è morto in un incidente di caccia 4 anni fa. Alcuni ancora mormorano che dietro l’accaduto vi sia una congiura di palazzo, ma i sospetti e le dicerie lasciarono subito il passo ad un problema più urgente. Il figlio del Cyning, Geirmund, aveva all’epoca 15 anni, e quindi non era ancora considerato un uomo. Privo di esperienza militare e senza alcuna impresa eroica di cui fregiarsi, il giovane principe non riuscì ad imporre la sua successione alla maggioranza degli jarl, e ben pochi furono quelli che si schierarono dalla sua parte per rispetto delle tradizioni piuttosto che allearsi al pretendente di turno (tra questi vi fu Runolf Ulvarsunu).
Il principe fu costretto a fuggire, trovando rifugio nelle Royalmark presso uno zio, un membro dell’ordine dei Cavalieri Hrafn. Presso questi ultimi Geirmund apprese l’arte del comando e dimostrò un notevole talento naturale per la strategia militare, e due anni dopo lo dimostrò tornando nel Nordmark e riunendo gli eserciti degli jarl ancora a lui fedeli. In 6 mesi il principe riconquistò il regno, ancora diviso tra vari contendenti in lotta, e lo unificò sotto la sua bandiera. Geirmund si mostrò misericordioso verso i suoi precendenti avversari. Mentre molti si aspettavano e chiedevano per essi una morte disonorevole (nella tradizione Saxa, generalmente questa avveniva per strangolamento), Geirmund scelse di perdonarli e ripristinarne i titoli nobiliari, ben sapendo che con la violenza non avrebbe pacificato la regione.

Organizzazione militare:

Geirmund, abbandonando le tradizioni Saxa per evitare nuove insurrezioni, ha decretato la proibizione per i jarl del Nordmark di formare o mantenere eserciti. Ogni jarl può comandare una forza di 100 huscarls come protezione personale, ma non può avere un esercito stabile. E’ tuttavia possibile mantenere milizie irregolari, e molti jarl hanno trovato il modo di approfittarne per circumnavigare le leggi del Cyning.

L’unico esercito regolare è quello di Geirmund. A differenza della maggior parte di regni Saxa, il Cyning possiede anche una discretamente numerosa unità di cavalleria.

Geografia:

Delimitato ad oriente dalle catene montuose della Spina di Drago a sud e le Vette di Thunor a nord, il territorio del Nordmark è quasi interamente collinare, divenendo pianeggiante solo nei pressi del fiume Crystalflow, che ne marca i confini ad ovest.
Al centro della regione sorge il monte Grimwold, nelle cui profondità i dominatori Anari scavarono a lungo – secondo la leggenda facendo uso di golem. Durante la Rivoluzione dei Golem questi ultimi fecero strage dei minatori Anari, e per molti anni le montagne rimasero disabitate. Circa un secolo fa i Saxa hanno riaperto gli scavi, costruendo sulle rovine degli insediamenti Anari, e da allora molte nuove vene sono state trovate e sfruttate.
Le Vette di Thunor, dedicate al dio delle tuono per via delle tempeste frequentissime che ne scuotono le cime, sono invece pressochè spopolate.
Le foreste del Nordmark sono state quasi interamente distrutte durante la dominazione Anari, e di conseguenza non vi sono insediamenti di Elfi nella regione.

Insediamenti:

Norvold
Jarl: Erp il Corvo
Popolazione: 4.000
Fino a tre anni fa Norvold era la capitale del Nordmark, e sede principale della maggior fazione di oppositori di Geirmund. Quando il principe prese il potere, la città venne quasi interamente distrutta. Il Cyning l’ha affidata ad uno dei suoi principali oppositori, Erp Krabbisunu – detto il Corvo per via della rapidità con cui si dichiarò re dopo la sparizione del precedente Cyning, che lo portò ad essere paragonato ad un mangiatore di carogne – con il mandato di ricostruirla entro 5 anni senza aumentare le tasse o introdurre nuovi balzelli. Qualora dovesse fallire, lo Jarl perderà il titolo nobiliare.

Ramberry
Jarl: Bard Styrsunu
Popolazione: 5.000
Situata ai piedi delle Vette di Thunor, Ramberry è il principale centro del Nordmark per la produzione di vini e pelli. Risparmiata dalla guerra civile a causa della posizione isolata, Ramberry giocò un ruolo importante nel riportare Geirmund al potere perchè funse da rifugio per le spie del principe.

Il Rifugio
Thegn: Heimir Orso-toro
Popolazione: 4.500 (3.500 rifugiati)
Il forte noto come “il Rifugio” sovrasta un grande campo nomadi dove vengono raccolti i rifugiati che giungono dal Nord. Un manipolo di circa 200 huscarl Saxa controlla il forte, sotto il comando di Heimir Orso-toro, un enorme guerrerio Saxa che guadagnò il suo soprannome quando, secondo la leggenda, uccise un orso a mani nude.

Yorvik
Cyning: Geirmund Kolsunu
Popolazione: 12.000
La capitale del Nordmark sotto il governo di Geirmund, Yorvik è una città in costante espansione, e presto potrebbe diventare la prima città del Nordmark (e una delle prime in tutte i territori a sud dei Monti Barriera) ad avere fortificazioni in pietra oltre alle consuete palizzate degli insediamenti Saxa.

Bjargtann
Jarl: Rogvald Magnisunu
Popolazione: 1.370 (500 circa nel villaggio, il resto nelle steads circostanti)
Situato a metà strada tra Norvold e i Monti Barriera, Bjargtann (Denti di pietra) è il più grande tra i villaggi Saxa del settentrione del Nordmark.

Nordmark

The Frozen Die Visanideth