Varsi Silander

Razza: Elfa, Taiga
Sesso: femminile
Età: sconosciuta
Origine: Boscobianco, Rimeholm
Residenza: boschi nei pressi di Bjargtann, Nordmark
Ruolo: druida, maestra di Lisbeth

Rango: Heroic

Varsi giunse a Bjargtann una decina di anni fa, accompagnata da una adolescente taiga dall’aria impaurita. Per tre giorni la vecchia druida cieca e la ragazzina stettero di fronte alle porte del villaggio, per permettere agli abitanti di vederle e decidere se fidarsi. Alla fine le porte vennero aperte e le due donne condotte al cospetto di Rogvald.

La negoziazione fu breve. Varsi chiedeva l’autorizzazione a stabilirsi nel bosco più vicino al villaggio, e costruire una corte elfica per se e la ragazzina. La druida avrebbe fornito protezione e aiuto alla comunità, oltre che le sue capacità curative e la sua conoscenza, in cambio di cibo e generi di prima necessità. Inoltre avrebbe addestrato Lisbeth, che l’avrebbe rimpiazzata alla sua morte.

I contatti tra il villaggio e Varsi sono rari, e la druida resta per molti una figura misteriosa. A recarsi al villaggio quando necessario è Lisbeth, e la maggior parte degli abitanti di Bjargtann non ha mai nemmeno visto la vecchia elfa. Nessuno tuttavia mette in dubbio i suoi poteri – più di una volta ha guarito ferite e malattia che sembravano non lasciare speranza, propiziato lo sciogliersi delle nevi o il disperdersi delle nubi per favorire i raccolti e tenuto lupi ed altri predatori lontano dal bestiame.

Durante la guerra civile, Lisbeth giunse al villaggio per annunciare che Varsi non avrebbe lasciato il bosco per recarsi al fronte, ma avrebbe aiutato il villaggio in caso di necessità. Rogvald Magnisunu ringraziò la giovane ma invece di chiedere a Varsi di unirsi alle truppe nell’assedio, inviò Ysgerrd, suo figlio Hengist e le anziane e i bambini del villaggio nel bosco, chiedendo che fossero protetti.
Durante l’assedio di Bjargtann, gli uomini di Erp il Corvo tentarono di bruciare il bosco per stanare eventuali sentinelle e arcieri. Varsi lasciò Lisbeth coi i rifugiati, e raggiunse i confini della foresta per fermarli. Nessuno sa esattamente cosa accadde, ma gli uomini di Erp non tentarono una seconda volta di entrare in quei boschi.

La druida è vista con un misto di timore e reverenza dalla gente di Bjargtann, ma non poche voci sollevano dubbi sull’opportunità di tollerare la pratica di magia così vicino al villaggio. A questo si aggiungono le storie che sostengono che assieme alla due elfe sia giunta una creatura – che gli abitanti hanno battezzato il “fantasma bianco” – che si aggira tra gli alberi attorno allo stagno al centro della foresta.

Varsi Silander

The Frozen Die Visanideth